venerdì 21 novembre 2014

Luna Nuova 22 novembre 2014

Ieri al telefono con un amico, cantante wagneriano, si parlava di Wotan.
Nel Discorso di Hár (dall'Edda Poetica) Odino/Wotan -il Padre Universale- racconta di come rimase appeso per nove giorni e nove notti all'Albero Cosmico, in sacrificio a sé stesso, per apprendere i segreti delle Rune. Ogni notte e ogni giorno nella sua mentre si impresse un diverso incantesimo. L'interpretazione del testo è ostica e per questo, e per la mia inguaribile vena pop, penso sia utile leggerlo in parallelo con la versione che ne dà Neil Gaiman nel suo American Gods.
La lista che Odino fa dei diciotto poteri appresi è per certi versi sorprendente. Alcuni hanno direttamente a che fare con la battaglia e rivelano la natura guerriera del dio: paralizzare gli avversari e rendere inutilizzabili le loro armi; portare a vittoria certa i suoi alleati; liberarsi da ogni prigionia; bloccare a mezz'aria le frecce con lo sguardo; risanare il corpo e la mente; benedire i fanciulli affinché non periscano in guerra.
Altri poteri suonano ancor più spettacolari, come placare il mare ed estinguere il fuoco. Alcuni hanno un suono inquietante, come il dono di rifletterei i malefici contro chi li ha scagliati e disperdere le streghe (impedendo loro di ritrovare la strada per ricongiungersi al corpo) o la capacità di ordinare ai defunti di rivelare i propri segreti.
Se taluni poteri rivelano l'onniscenza, come il conoscere il vero nome di ogni immortale, altri sembrano avere più semplicemente a che fare col fascino personale, come la capacità di farsi amici gli oppositori e conquistare il cuore di ogni donna.
L'ultimo potere rimane un mistero, il dio non lo rivela, perché non esiste potere più grande del segreto conosciuto da uno solo.

Tornando ai temi prettamente astrologici vi propongo come di consueto il grafico del novilunio, che si forma nel segno del Sagittario in congiunzione a Saturno.

domenica 5 ottobre 2014

Tutto il resto è vanità

Come vi avevo preannunciato il 18 ottobre alle 17:00, presso il Gruppo Astrologico Sagittarius, si terrà la mia conferenza dal titolo VANITÀ di VANITÀ: apparenza, immagine, reputazione; questioni estetiche fra Luna e Ascendente. L'appuntamento è nella Sala Borsino della Banca Romagna Centro, Piazza Trieste 17 a Forlimpopoli, l'ingresso è libero.


Parleremo di cose superficiali, quindi serissime, con l'ausilio di oltre 20 esempi celebri, rigorosamente sopra le righe.
Fra le altre cose impareremo che:
  • Non viviamo nella società dell'immagine;
  • La Luna è di moda ma è anche la moda;
  • La vanità è tutt'altro che vana, anzi è piena di significato.

domenica 24 agosto 2014

Luna Nuova 25 agosto 2014

Vi informo con piacere che il 18 ottobre terrò una conferenza presso il Gruppo Astrologico Sagittarius di Forlimpopoli. L'evento è ad ingresso libero ed il titolo è: "VANITÀ di VANITÀ" apparenza, immagine, reputazione; questioni estetiche fra Luna e Ascendente. Presto tutti i dettagli.


Venendo al novilunio di questo agosto 2014, vediamo che si forma nel segno della Vergine al diametro di Nettuno. Marte e Saturno sono strettamente congiunti nello Scorpione.

sabato 2 agosto 2014

Astro Gold app per iOS

A tutti i possessori di iPhone, iPad e iPod touch vorrei segnalare l'applicazione astrologica Astro Gold. Questa app altro non è che la versione mobile di Solar Fire, popolare software firmato Esoteric Technologies, una garanzia in fatto di precisione ed affidabilità.


Il prezzo (35,99 Euro al momento in cui scrivo questa recensione) è abbastanza alto per una app mobile ma si tratta di un prodotto che potremmo definire professionale. L'inserimento dei dati per calcolare un nuovo tema natale è agevole, soprattutto grazie al completissimo atlante, e le opzioni di archiviazione e condivisione dei documenti sono efficienti. Le tecniche disponibili sono quelle comunemente più utilizzate: transiti, rivoluzioni solari, progressioni secondarie, sinastria e combinato, manca purtroppo l'astro-cartografia. Le possibilità di personalizzazione sono molto complete, sia a livello grafico che prettamente tecnico, ognuno quindi riuscirà a settare i programma secondo le proprie esigenze ed abitudini.

venerdì 27 giugno 2014

Un tè con Pesatori

È da poco uscito per Feltrinelli l'ultimo libro di Marco Pesatori, dall'affascinante ed enigmatico titolo Urano e la Cerimonia del Tè. Ovviamente il rito giapponese del tè, il cha no yu, non è l'argomento del libro, quanto piuttosto un pretesto metaforico. Stavolta Pesatori si misura con i tre pianeti lenti, Urano Nettuno e Plutone, intesi come un unicum, un meccanismo triplice, la cui interpretazione deve procedere di necessità all'unisono.
L'autore traccia sei tipologie umane, a seconda che il tema natale presenti uno dei pianeti lenti nettamente prevalente o deficitario rispetto agli altri due. Avremo così i tipi plutonico, nettuniano e uraniano, e ancora, plutonico/nettuniano, plutonico/uraniano e nettuniano/uraniano (ognuno illustrano con una serie di esempi celebri, una quarantina in totale).
Confesso di non trovarmi pienamente concorde su alcune delle premesse del testo, dovrei dire anzi, assecondando la metafora, che quella di Pesatori non sia esattamente la mia tazza di tè. In ogni caso la lettura è, come sempre quando si parla di questo fuoriclasse dell'astrologia italiana, piacevole e ricca di spunti letterari, psicologici e scientifici. Trovo che i soli primi due capitoli valgano x volte il prezzo di copertina.
Pesatori mette i tre astri remoti al centro dell'interpretazione astrologica, al centro del nostro tempo, decadente ma ancora pieno di potenzialità, tracciando il cammino verso un'utopia assoluta e zen: l'apparizione del cerchio zodiacale vuoto.

martedì 17 giugno 2014

Marina Abramović, videoritratto astrologico



Questo è l'audio del mio intervento al recente Convegno Astrologico Torinese. L'argomento era -IL CORPO- e la mia relazione si intitolava: Marina Abramović, Anatomia Astrologica di una Performer.

lunedì 9 giugno 2014

Resoconto del Convegno Astrologico Torinese 2014

Eccoci arrivati al consueto appuntamento con il mio resoconto del Convegno Astrologico Torinese. L'argomento quest'anno era IL CORPO, declinato dai relatori sotto differenti sfumature, alcune perfino sorprendenti.
Seguono una serie di piccoli estratti dai vari lavori presentati, rigorosamente estrapolati dal contesto e in ordine sparso.

Antonino Anzaldi: Corpo di Bacco!
"A questo punto richiamiamo i pesi della bilancia. Pesi di piombo? Anche. Quindi, saturnini. E non è forse Saturno, secondo la tradizione astrologica, esaltato in Bilancia? Il peso-piombo-Saturno la fa funzionare, la bilancia. Con Saturno, peraltro, torniamo al Capricorno, alle ossa, allo scheletro del corpo umano."

Lucia Bellizia: La cicogna si fa in Quattro...
"Una differenza infatti di un minuto può spostare di molti mesi il compiersi delle direzioni degli astri nel mondo, andandole a collocare in un diverso anno di rivoluzione e in un diverso ciclo di profezione e produrre esiti molto dissimili, come ben sa chi con queste tecniche ha confidenza."

Marco Celada: Spa, Stelle per l'Anima.
"Marsilio Ficino affermava, nella sua opera De Vita, che non solo ogni sostanza animale, vegetale e minerale soggiace all'influsso di uno specifico pianeta, ma che ne racchiude in sé le peculiarità, applicate ai quattro elementi della terra e alle loro qualità."

Marco Gambassi: Il corpo umano tra terra e cielo.
"Ogni corpo parla dello spazio che li circonda. Gli animali sembrano fatti per vivere in ben circoscritti ambienti terrestri o marini, col loro clima e le stelle caratteristiche di quella zona. Diversamente definirei l'uomo e la donna animali galattici, perché il loro corpo parla di terra e cielo."

Anna Gattai: La pratica astrologico-erboristica di Nicholas Culpeper.
"Il temperamento rappresenta la mescolanza delle qualità e degli umori presenti in ogni individuo: dal temperamento, gli astrologi medievali e rinascimentali, potevano comprendere l'apparenza fisica, le abitudini e le tendenze psicologiche; individuare il temperamento forniva un'immagine del Corpo e della Psiche di ogni persona."

Lorella Malavasi: Gli elementi nel tema natale.
"Un buon Mercurio è fondamentale per quanto riguarda la capacità di trovare soluzioni veloci e adeguate rispetto a condizionamenti e ambiente esterno; è l'indicatore della qualità con cui psiche e corpo intervengono rispetto alla frequente necessità di trasformare positivamente i vari contenuti che nel tempo devono essere integrati."

Rino Maneo: Acqua e cibo, Luna e Terra.
"Va da sé che l'assenza della luce e del calore solare condannerebbe la Terra ad un buio e gelido e profondo, in cui la vita che conosciamo non avrebbe alcuna possibilità di sviluppo; ma pur non spegnendo il Sole, quali sarebbero le conseguenze togliendo la Luna? Gli scienziati che si sono posti l'interrogativo sono giunti alla medesima conclusione: se non ci fosse la Luna, molto probabilmente sulla Terra non sarebbero stati possibili né l'evoluzione, né lo sviluppo degli esseri viventi."

Christiane Nastri: I misteri del corpo svelati al mondo.
"Si diceva una volta che non c'era quasi nulla che non si trovasse da Harrods, un grande magazzino inglese, ed è così che ora si dice di Taobao, un sito di vendita sul web cinese. Vendono assolutamente di tutto. Per darne prova una compagnia ha messo in vendita sull'ebay cinese Taobao dei corpi umani plastinati..."

Marisa Paschero: L'illusione di Narciso.
"Il corpo medio della scrittura è quindi la manifestazione dell'io nella sua interezza, fisicità complessa, nella sua totalità e completezza, con le sue esigenze più immediate e vitali e, soprattutto, con il senso del suo essere qui e ora, con il suo valutarsi e stimarsi come persona, con il suo darsi una dimensione occupando uno spazio.

Annarita Rovere: Fatti, rifatti e... disfatti!
"Venere è il pianeta delle bellezza e del benessere, della femminilità, del sex appeal, mentre Urano rappresenta la medicina d'avanguardia, la chirurgia robotica, il bisturi elettrico, protesi e impianti, la laserterapia, i cambiamenti drastici e repentini, le mode e le nuove tendenze."

Rosario Testagrossa: Non di solo pane vive il corpo!
"Ho ricercato la posizione di Saturno negli ultimi 100 anni e recuperato il grafico del Dow Jones per il periodo in cui Saturno si trovava in Scorpione e per il periodo immediatamente successivo, ovvero il transito in Sagittario e parte di quelli in Capricorno."

Graziano Vagnozzi: Anatomia astrologica di una performer.
"Io stesso non posso dire di aver capito a fondo se tutto questo sia vera Arte o un mero intrattenimento cervellotico. Comincio però a supporre che chiederselo non abbia alcun senso, come quando guardando uno straordinario gioco di prestigio si esclama -Ma c'è il trucco!- beh... ovvio che c'è."

Al convegno ha partecipato anche Arianna Mendo, autrice di Tra Cielo e Terra, i luoghi sacri dell'energia, che ha guidato il pubblico attraverso una meditazione sui chakra e le loro corrispondenze planetarie.
Il Premio Serena Foglia è stato assegnato all'avvocato Armando Profita, eccellente studioso palermitano nonché brillante oratore.


giovedì 5 giugno 2014

In partenza per il XIV Convegno Astrologico Torinese: ecco la squadra dei relatori

Sono in partenza per Torino, dove parteciperò al Convegno Astrologico che quest'anno avrà come argomento Il Corpo. Al ritorno come di consueto posterò un ricco resoconto. Per adesso vi segnalo una serie di piccole interviste ai relatori e alle organizzatrici dell'evento.

sabato 10 maggio 2014

Quest'anno si parla del corpo

Come vi avevo anticipato l'argomento affrontato quest'anno dal Convegno Astrologico Torinese sarà quello del corpo, inteso i tutte le sue sfumature.
Il programma sarà come al solito ricco e all'insegna del pluralismo delle idee.
L'appuntamento è per il 7 giugno, nel frattempo vi propongo questa intervista che mi è stata fatta dalle organizzatrici dell'evento. Nel mio intervento parlerò di un'artista controversa, una figura centrale del mondo dell'arte contemporanea.

venerdì 18 aprile 2014

Dove eravamo rimasti...

Vi ricordate probabilmente l'intervista a Rino Maneo, brillante studioso nonché amico. In quell'occasione demmo notizia dell'imminente pubblicazione del suo libro dal titolo Architettura Elementare delle Case Astrologiche. Vi comunico con piacere che il testo è finalmente disponibile per le Edizioni del Girasole e potrete trovarlo sugli scaffali delle librerie specializzate o acquistarlo online su IBS, Amazon e Deastore.

Il cuore del libro è un innovativo ed assolutamente inedito schema di correlazione elementare fra Segni e Case, proposto dall'autore attraverso percorsi logici e simbolici intellettualmente stimolanti e mai scontati.
Il volume è corredato da decine e decine di illustrazioni, grafici e schemi che aiutano a meglio assimilare i concetti.
Maneo prende il lettore in contropiede, lo trascina via dalle rassicuranti strade battute della consuetudine interpretativa, accompagnandolo in territori talvolta inattesi e sorprendenti ma dalla geografia perfettamente coerente e ragionata.
La prefazione è a cura di Grazia Mirti.

lunedì 14 aprile 2014

Convegno torinese 2014

Anche quest'anno vi annuncio la mia presenza come relatore al XIV Convegno Astrologico Torinese che si terrà il 7 giugno presso l'Hotel Concord.
Il programma è, come al solito, ricco nei contenuti e variegato negli approcci. L'argomento di quest'anno sarà: IL CORPO in tutte le sue celestiali espressioni astrologiche. Prossimamente altre notizie sui relatori e qualche indizio sul mio intervento.

giovedì 3 aprile 2014

Stromae

A poco più di un mese dalla fine di Sanremo 2014 la programmazione radiofonica parla chiaro riguardo al reale vincitore della kermesse. L'ospite straniero dell'ultima puntata, il giovane belga Stromae, ha catalizzato l'attenzione del pubblico imponendo i suoi pezzi come veri tormentoni, evento raro per la musica francofona nel nostro paese.
Sul palco del Festival Stromae si è esibito nella sua Formidable, recitando il ruolo dell'ubriaco (Pesci) con la forza espressiva del suo corpo dinoccolato (Asc Gemelli), anche se la radio ha premiato un altro pezzo, Tous Les Memes, che lo vede incarnare sia il maschile che il femminile (Venere in Ariete congiunta a Marte e Lilith e trigona a Urano). Un personaggio certamente talentuoso Stromae, di quelli che si amano o si odiano a pelle senza mezze misure (la congiunzione Luna/Saturno al DS dice tutto al riguardo).


Vi anticipo che questo è uno dei casi che approfondirò nella mia conferenza di ottobre a Forlimpopoli.

lunedì 3 marzo 2014

L'oroscopo è trash?

"Il trash è l'opposto della complessità. Si prende un tema, lo si riduce al minimo dei suoi contenuti, e quando ha oltrepassato il limite di tollerabilità del banale, la sua capacità di comunicazione diventa vastissima."
Parola di Philippe Daverio. Secondo il critico d'arte alsaziano quindi il trash altro non è che il frutto di una semplificazione estrema, un sottoprodotto culturale.
Seguendo questo filo logico l'oroscopo, inteso nella sua accezione moderna di previsione periodica per i 12 segni zodiacali, è trash. Lo è perché rappresenta di fatto la semplificazione assoluta del pensiero astrologico, che è invece per sua natura complesso, nei simboli e nei metodi.
Già nel medioevo si pubblicavano almanacchi con notizie astronomiche e astrologiche, ma la prima a redigere previsioni per i 12 segni, per la radio e la carta stampata, fu probabilmente Evangeline Adams (siamo nell'America del primo '900). Questo fu in un certo senso un evento cruciale per l'astrologia, che divenne per la prima volta un prodotto di consumo di massa. L'antica arte dei Caldei si fece pop. Un passo fondamentale verso la modernizzazione e, soprattutto, la divulgazione dell'astrologia, secondo alcuni; per altri un imbarbarimento della materia.
L'opinione dell'intellighenzia astrologica italiana sull'argomento è variabile e non esente da una certa ambiguità. Da un lato ci sono i duri e puri, che considerano gli oroscopi un modo per gettare discredito sull'astrologia, una pratica indegna di qualunque serio studioso della materia. D'altro canto però sono molti gli astrologi che affiancano la pratica dell'astrologia seria alla compilazione di oroscopi per vecchi e nuovi media, o che si dedicano quasi esclusivamente a questo tipo previsioni. Non di rado poi c'è anche chi passa velocemente dall'una all'altra opinione e ritorno.
Attualmente ci sono anche pensatori astrologici di prima grandezza che firmano oroscopi mensili e settimanali. In alcuni casi si tratta di personaggi coltissimi capaci di scrivere previsioni argute ed accattivanti, talvolta più pregevoli nello stile che attendibili nei contenuti.
Personalmente mi è stato chiesto tre volte di cimentarmi nelle previsioni per 12 segni: la prima proposta mi arrivò da un giornale locale e la seconda da parte di un portale web; la terza proposta mi giunse invece da una collega, che mi onorò offrendomi di subentrarle in un una rubrica astrologica su un periodico. Tutte le volte ho rifiutato, e questo non perché ritenga disonorevole redigere oroscopi di questo tipo, ma semplicemente perché non ne sarei capace. A me interessano le vite delle singole persone, la mia vena interpretativa si spegne al pensiero di occuparmi di previsioni generiche per tutti i nati in uno stesso segno. Il limite è mio.
Qualunque sia il giudizio che possiamo esprimere su questo argomento, dobbiamo comunque tenere presente che gli oroscopi sono, che ci piaccia o meno, l'entry level dell'astrologia, rappresentano quasi sempre il primo approccio che le persone hanno con questa affascinate materia. Io stesso ho iniziato ad occuparmi di astrologia proprio perché incuriosito da ragazzino dall'oroscopo nell'ultima pagina della guida tv; sarei quindi veramente ingrato se giudicassi con asprezza gli oroscopi o chi se ne occupa. Anche il mio utilizzare il termine trash è in fondo affettuoso, perché tutto sommato il trash, in tutte le sue forme, mi fa un po' simpatia. Forse sarebbe più giusto dire che l'oroscopo sta all'astrologia come il prêt-à-porter sta all'haute couture. Certo in tal caso dovremmo notare come spesso la sopravvivenza di una maison di moda abbia poco a che fare con gli abiti da passerella e molto invece con articoli come occhiali e profumi, roba più facile da vendere, alla portata di tutti.

sabato 1 febbraio 2014

Rinnovamento di una tradizione editoriale: intervista a Chiara Capone

Credo che il nome Capone sia presente nelle librerie di ogni serio studioso di astrologia nel nostro paese. Un'importante tradizione editoriale che oggi si rinnova ad opera di Chiara Capone che gentilmente ci ha concesso questa intervista dalla quale traspaiono entusiasmo e sensibilità.

Le Edizioni Capone sono da oltre 40 anni un punto di riferimento per gli amanti dell'astrologia. Non posso fare a meno di chiederti cosa significhi confrontarsi con questa storia editoriale e con l'opera di tuo padre Federico, personaggio chiave che ha avuto un ruolo fondamentale nella vita astrologica del nostro paese.
In Italia, negli anni '70, quando Federico Capone fondò l'omonima casa editrice c'era poco materiale su cui studiare l’Astrologia. Si traducevano i saggi dei colleghi francesi, si pubblicavano manuali e testi introduttivi, per conoscere il significato di pianeti, segni, e case, e quelli di approfondimento per i più esperti. Potrei paragonare l'attività di mio padre di quel periodo ad una florida fucina operosa; il suo intento era propulsivo, coraggioso, le idee erano vivaci e c'era molto da dire, da fare e da scrivere, tanto che la sua attività divenne un punto di riferimento nel panorama astrologico italiano.
Federico Capone iniziò nel 1947 lo studio dell'Astrologia e, in tutti gli anni a seguire, sostenne con coscienza critica la divulgazione e la rifondazione di questa disciplina. Fu autore e coautore di diversi testi e nel 1970 fondò il CIDA (Centro Italiano Di Astrologia) attraverso il quale si proponeva di elevare il livello della materia nei suoi valori più nobili.
Quando nel 2001 presi la fiaccola ereditaria delle storiche edizioni Federico Capone non sapevo se fossi stata in grado di svolgere questo compito totalmente nuovo e sconosciuto per me, ma ho sentito una forte spinta che arrivava da molto lontano, come se all'improvviso fossi atterrata su un ignoto pianeta di cui dovermi occupare da lì in avanti, con rispetto e devozione per tutto il lavoro che era stato fatto prima di me.
Ho proseguito l'opera di mio padre per 12 anni con gioia e con lo stesso intento di rendere dignità a questa disciplina, pubblicando opere di studio che fornissero un ausilio, un sostegno alla risoluzione delle tematiche esistenziali, ma anche un riscontro veritiero degli effetti, delle risultanti nella vita pratica e del dialogo fra il Cielo e la  Terra.

mercoledì 1 gennaio 2014

Primo Novilunio 2014 e spostamenti dei pianeti durante l'anno


Il capodanno 2014 coincide con la prima delle 13 Lune che caratterizzeranno quest'anno. Il grafico (domificato come di consueto per Roma) mostra già le tensioni astrali che si svilupperanno nei prossimi mesi, mi riferisco ovviamente alla grande croce cardinale fra Urano in Ariete, Giove in Cancro, Marte in Bilancia e Plutone in Capricorno. Il cardinal climax verrà attivato a più riprese da Marte che stazionerà in Bilancia per tutto il primo semestre e diverrà particolarmente evidente col novilunio di fine aprile che presenterà la configurazione completa.
La tensione si scioglierà dall'estate col passaggio di Giove in Leone e la ripresa del moto regolare di Marte che nel secondo semestre attraverserà Scorpione, Sagittario e Capricorno.

Cardinal Climax 2014
Per quanto riguarda gli altri astri Saturno sosterà per tutto il 2014 nell'ultima decade dello Scorpione per entrare in Sagittario a fine anno; Urano, Nettuno e Plutone resteranno rispettivamente in Ariete, Pesci e Capricorno.
Il Nodo Lunare Nord inizia l'anno in Scorpione per poi entrare in Bilancia da marzo (ricordiamo che il Nodo procede a ritroso nello zodiaco rispetto al movimento dei pianeti). La Luna Nera lascerà il Cancro a marzo e transiterà in Leone fino a novembre per poi entrare in Vergine.