sabato 13 luglio 2013

Teatro dei Pianeti, teatro della vita

Giorni fa, ragionando assieme ad un'amica riguardo al suo cielo di nascita, mi sono sentito fare la domanda -Cosa significa che ho Nettuno in Scorpione?
Confesso che la prima risposta che mi è venuta alle labbra è stata -Niente.
In effetti però liquidare così la questione sarebbe stato da parte mia quantomeno ingiusto. Ho spiegato quindi che gli aspetti dei pianeti più lenti rispetto a quelli più veloci sono importanti, come anche il loro posizionamento nelle case astrologiche, ma che a dire il vero, data la lunga durata del loro ciclo, la posizione di questi astri nei segni zodiacali non ha molta rilevanza, se non in senso generazionale.
In effetti però non è facile far digerire ad un profano il concetto secondo il quale avere, ad esempio, Venere in Gemelli possa essere un'informazione cruciale mentre avere Nettuno in Scorpione possa contare tutto sommato ben poco. Mi è venuta per fortuna in soccorso una metafora teatrale che uso spesso per chiarire meglio il concetto.


Consideriamo quindi il Teatro dei Pianeti. A Sole e Luna spetteranno ovviamente i ruoli dei protagonisti maschile e femminile, sono i personaggi principali della storia, tutto ruota attorno alle loro vicende e si incontrano spesso in scena (ogni mese in cielo si forma la Luna Nuova). Gli altri pianeti personali saranno i comprimari indispensabili per dar vita alla vicenda, amici che portano notizie e tessono trame romantiche (Mercurio e Venere), compagni d'arme e rivali (Marte). A Giove e Saturno spetterà il ruolo di personaggi autorevoli ed influenti, capaci di concedere benevola protezione o porre ostacoli insormontabili. Ed eccoci dunque al punto, arrivati agli astri più remoti, Urano Nettuno e Plutone, stiamo oramai parlando della scenografia.
Intendiamoci, gli elementi scenici ed i fondali sono importantissimi, appena si apre il sipario ci fanno subito capire il contesto. Sicuramente fa una grande differenza sapere se la scena si svolga sui torrioni del castello di Elsinore o in una locanda di Firenze. Allo stesso modo i pianeti lenti nella loro posizione zodiacale descrivono un contesto storico e generazionale, dando informazioni che possono riguardare anche molto poco il singolo individuo, il loro ruolo diventerà altresì cruciale rispetto agli eventuali rapporti con i pianeti personali o i punti sensibili del cielo di nascita.

Certo bisogna ammettere che a volte il contesto dice già tutto, e in effetti quando il sipario si alza su uno spazio nebbioso, e rimbombano tuoni e lampi, già immaginiamo l'ingresso delle tre streghe...

Quando incontrarci potrem sorelle,
noi tre fra tuoni, lampi e procelle?
Quando sia spenta la furia avversa,
quando la guerra sia vinta e persa.
Macbeth, Atto I Scena I

6 commenti:

  1. Non è certo facile entrare in questi discorsi, soprattutto per chi è agli inizi.
    Faccio fatica ancora io che ormai ho iniziato con l'astrologia da 8 anni tra momenti più istruttivi ad altri più svogliati.
    C'è da dire che a volte sarà la vita stessa "a spiegare" il significato dei pianeti che meno in apparenza riusciamo a comprendere, per me è stato così con il mio Nettuno in prima casa.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sai questo ci accomuna perché anche io sono titolare di un Nettuno in prima.
      Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  2. Mi unisco anche io che ho Nettuno congiunto all'ascendente e al Nodo Sud. Lo percepisco così bene (anche se mi fa sempre soffrire) da sempre. Non parliamone ora che Saturno ci sta "giocando" sopra...
    Un abbraccio a te Graziano che ti ho conosciuto anche telefonicamente per un tuo consulto per un problema grave di mio figlio. Volevo dirti che la situazione è in evoluzione ma c'è ancora un lungo percorso ....anche da parte mia! Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricordo bene. Ti abbraccio e mando un grande in bocca al lupo a tuo figlio!

      Elimina
  3. Ah, praticamente siamo astrologicamente quasi identici: anche io sono Vergine, ascendente Sagittario con Nettuno in Casa I congiunta all'AC. Ho anche Saturno e Urano congiunti all'AC (ma in Casa XII), però a differenza tua ho la Luna Sagittario.
    Che accrocchio malefico.
    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto solo ora il tuo commento, un caro saluto anche a te! ;-)

      Elimina