venerdì 28 dicembre 2012

Auguri a Maggie Smith

Maggie Smith, classe 1934, è un'altra delle mie attrici preferite. Capricorno con diversi valori nel segno ed un Saturno dignificato in Aquario è sempre perfetta nei ruoli che ispirano autorevolezza, rigidità ed anche un po' di snobismo. Ha avuto una carriera lunghissima ma sicuramente il maggiore successo di pubblico le è arrivato in età anziana (i saturnini rendono bene sulle lunghe distanze!). La abbiamo recentemente apprezzata nella pregevole serie tv Downton Abbey (Rete 4 ha appena trasmesso la seconda stagione) in cui recita un ruolo non dissimile da quello ricoperto in Gosford Park, capolavoro del compianto Robert Altman.


In realtà Downton Abbey è dichiaratamente ispirata al film Gosford Park, con cui condivide la fondamentale struttura narrativa, il racconto parallelo del mondo sopra e sotto le scale, ovvero i nobili e la loro servitù. Gosford Park assieme a The Company e Radio America fa parte degli ultimi grandi capolavori corali girati da Altman (primo grado dei Pesci con diversi valori in Capricorno e Aquario). Il maestro proprio in Gosford Park si superò intrecciando le storie di una cinquantina di personaggi fra domestici e padroni, un'opera davvero notevole, soprattutto se contiamo che Altman non utilizzava mai sceneggiature fisse ed incoraggiava gli attori all'improvvisazione.


In effetti anche se sia Downton Abbey che Gosford Park sono ambientati nell'Inghilterra di inizio secolo le due opere sono differenti, essendo il primo un dramma familiare ed il secondo un classico giallo vecchio stile, tuttavia le trame finiscono per essere un mero pretesto per lo svolgersi dell'autentico tema portante che in ambedue i casi è l'insieme di intricati rapporti fra chi serve e chi viene servito. Il mondo sopra e quello sotto le scale infatti sono legati da dipendenze profonde e dinamiche inattese, questo è infine il vero motore narrativo capace di affascinare lo spettatore.

lunedì 5 novembre 2012

Auguri a Tilda Swinton

Compie oggi 52 anni una delle mie attrici preferite. Tilda Swinton si va ad inserire fra quelle icone androgine moderne dal fascino ambiguo. Non è un caso che sia stata lei a vestire per il grande schermo i panni di Orlando, l'eroe di Virginia Woolf. Attrice feticcio di personaggi come Derek Jarman e Luca Guadagnino, la Swinton ha sempre alternato i grandi film da botteghino ai progetti indipendenti, costruendo con sapienza una carriera di alto profilo. Personalmente la trovo molto adatta nei ruoli un po' inquietanti, come la santona Sal in The Beach, la Strega Bianca ne Le Cronache di Narnia o l'Arcangelo Gabriele in Constantine.


Purtroppo l'orario di nascita è ignoto (nel grafico che vedete le case sono coincidenti ai segni e la Luna calcolata per mezzogiorno), il tema comunque offre spunti interessanti. Sole e Marte sono in segni femminili  mentre Luna e Venere i segni maschili, in particolare notiamo il Marte cancerino opposto a Saturno e congiunto alla Luna Nera (proviene da una famiglia di antica tradizione militare). Non dobbiamo certo compiere una grande prodezza interpretativa per imputare l'aspetto algido e sofisticato alla congiunzione Sole/Nettuno e alla Luna Gemelli.

Orlando 1992
Le Cronache di Narnia 2005
Constantine 2005

lunedì 15 ottobre 2012

Luna Nuova 15 ottobre 2012... e una piacevole sorpresa da leggere

Vi segnalo con piacere l'uscita dell'ultimo libro di André Barbault: Il Valore dell'Astrologia per Capone Editore. Uno stralcio dalla presentazione del volume:
Quest’opera, summa del pensiero del grande maestro André Barbault, illustra l’universo dell’astrologia, la sua storia e la sua filosofia, fino a individuare nella psicologia di cui è portatrice le facoltà e le conoscenze privilegiate di questa disciplina. Illuminanti riflessioni sul compito dell’astrologo introducono suggerimenti etici all’interpretazione della Carta del cielo, esercizio di esplorazione dell’impero dell’anima attraverso cui l’uomo impara che la saggezza consiste nel sintonizzarsi con l’universo al quale appartiene e che, allo stesso tempo, è dentro di lui. Lo scopo dell’astrologia è dunque riassunto nella frase “Divieni quel per cui sei nato”, per vivere come centro irradiante, in unione intima con il mondo.
Vi lascio come di consueto con il grafico astrologico e l'immagine astronomica del novilunio di questo mese.


venerdì 6 luglio 2012

Intervista a Grazia Mirti

Chi segue questo blog sa che ogni anno pubblico un piccolo resoconto del Convegno Astrologico Torinese con brevi cenni sugli interventi miei e degli altri relatori. Quest'anno invece ho pensato di onorare degnamente la dodicesima edizione (tenutasi il 9 giugno 2012) proponendovi un'intervista a Grazia Mirti, organizzatrice dell'evento nonché straordinaria astrologa dalla lunghissima esperienza.



So che sei reduce dall'United Astrology Conference, tenutasi a New Orleans a fine maggio, ti posso chiedere qualche impressione su questo importante evento?
Ho partecipato  a diverse edizioni dei Congressi Mondiali americani, a partire dal 1997: prima ad Atlanta, poi nei pressi di Disneyworld, più tardi a Chicago, Denver, e per ultimo a New Orleans. Essere in quasi 1500 da tutto il mondo rafforza lo ‘spirito di corpo’, il pensiero che tante altre persone condividono la nostra passione astrologica, è bello che ogni ramo della nostra disciplina sia rispettato e onorato. L’atmosfera è gioiosa e intensa, ci si ritrova in molti eventi comuni, a partire dalla festa di inaugurazione, rigorosamente ispirata ai principi dell’Astrologia Elettiva. Ciascuno ritira il suo badge, e alcuni gadget, tra cui una borsa capace e robusta (questa volta rossa) nella quale riporre libri ed effetti personali (bisogna sempre munirsi di qualche indumento protettivo, a causa delle arie condizionate killer che costituiscono la regola negli Stati Unit). Durante l’inaugurazione vengono mostrati i differenti settori astrologici coinvolti e i loro rappresentanti. A New Orleans vi erano 2 conferenze al mattino, due al pomeriggio, con una scelta tra 15 differenti speaker ogni volta.. Erano inoltre previsti seminari pre e post congresso. La sera erano programmati balli, teatro, cene settoriali promosse dalle varie associazioni. In più negli intervalli era possibile visitare un enorme spazio destinato agli stand commerciali (con software, gioielli, scuole di astrologia) e un’enorme libreria, nella quale dilapido ogni volta somme cospicue. Scegliere tra i differenti speaker non è impresa facile! 

Dato che partecipi spesso a congressi ed incontri in giro per il mondo, vorrei chiederti quali siano secondo te le differenze fra le realtà associative straniere e quella italiana.
In Italia e in Europa in genere le Associazioni sono strettamente nazionali, mentre quelle anglosassoni in generale e statunitensi in particolare tendono a coinvolgere studiosi di Astrologia in tutto il mondo. In più spesso le Associazioni tendono a rappresentare un determinato tipo di Astrologia (es. Vedica o Psicologica o Classica), ma non hanno preclusioni nel consorziarsi  quando è il momento di organizzare eventi globali e collettivi. Ciò che mi sembrerebbe arduo in Europa. Ciascuno pensa di possedere la verità, e non lascia spazio ad altri studiosi. Se consideriamo le rivalità e i cattivi pensieri reciproci che spesso caratterizzano le associazioni europee resta incredibile come le tre maggiori associazioni americane sappiano accordarsi armoniosamente e organizzare un evento che si realizza con impeccabile precisione in ogni suo aspetto, dopo anni di preparazione minuziosa.

Passiamo al Convegno Astrologico Torinese. Questa di giugno 2012 è stata la dodicesima edizione, un traguardo significativo, la mia impressione è che il pubblico sia sempre più numeroso, mi sbaglio?
Credo che quest’ultima edizione abbia sortito un record assoluto di partecipazione, da tutta Italia e anche dall’estero. Con il trascorrere del tempo i principi ispiratori si sono rafforzati, spesso le persone si ritrovano con gioia, già sapendo di poter contare su uno zoccolo duro di ottimi relatori, oltre che su alcune iniziative collaterali aggreganti, quali la cena del sabato sera APERTA A TUTTI o il giro turistico della domenica pomeriggio. E’ diventato un appuntamento speciale da non perdere, all’interno del quale ciascun tipo di Astrologia viene rispettata e ogni anno vi sono alcune new entry, talenti  emergenti che siamo lieti di proporre a chi viene con entusiasmo. 

mercoledì 6 giugno 2012

XII Convegno Astrologico Torinese: i relatori

Questo fine settimana si terrà il consueto Convegno Astrologico Torinese, l'argomento stavolta sarà l'Astrologia della Coppia. Vi avevo già segnalato il programma in un precedente post, questa volta vi propongo il profilo di alcuni dei relatori presenti.


Intervento di ANNA GATTAI:
Non per amore, non per denaro... gli astri nelle coppie artistiche.

Anna Gattai nata a Firenze, Sagittario con Ascendente Cancro e Luna in Cancro. Compie gli studi classici e frequenta per un certo periodo la Facoltà di Lettere e Filosofia presso l'Università di Firenze. Consegue il diploma di erborista e frequenta i corsi di Alchymia e Chiropratica con il dottor Giorgini. Dal 1992 si dedica attivamente allo studio dell'Astrologia e partecipa alle iniziative presenti nella regione in cui vive, la Sicilia. Iscritta all'Albo degli Astrologi dal 2002, s'impegna per correlare l'attività di erborista con quella di studiosa e consulente in ambito astrologico.


Intervento di ANNARITA ROVERE:
Grandi passioni omosessuali del ‘900 al vaglio della ricerca astrologica.

Annarita Rovere ha collaborato con alcune delle riviste più prestigiose del settore astrologico e del benessere; studiosa appassionata delle stelle è ospite fissa del Convegno Astrologico Torinese a partire dal 2002, anno in cui è stata insignita del prestigioso premio Nazionale Serena Foglia. 
Tiene seminari e conferenze in tutta Italia allo scopo di promuovere una crescita della cultura astrologica e il suo riconoscimento ufficiale quale “scientia humanitatis”. 
Organizza corsi di interpretazione del tema natale in chiave medico-olistica, al fine di consentire ad ognuno di costruire un personale vademecum zodiacale del “Benessere-Bellessere”. 
Al suo attivo un testo fondamentale per lo studio dei pianeti lenti: “Astrologia del Novecento” per le Edizioni FK.
Laureata in Giurisprudenza si è specializzata in “Relazioni d’aiuto”e in “Counseling” presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Cattedra di Psichiatria.
Esercita la professione di Counselor-Coach avvalendosi del supporto astrologico per analizzare in tempi veloci e approfonditamente sia le propensioni attitudinali che i conflitti emotivi.


Intervento di RENZO BALDINI:
I ‘Punti Minori’ in relazione al Tema Integrato.

Renzo Baldini è Acquario con Ascendente in Sagittario e Luna in Cancro. Astrologo professionista, scrittore e saggista, si occupa di astrologia fin dal 1974. Impegnato da anni nella didattica e nella ricerca astrologica (sia storica che tecnica), è conosciuto e apprezzato anche a livello europeo soprattutto per i suoi studi legati alle Parti Arabe e al Punto Vertex. E’ autore di molte opere in campo astrologico fra le quali le più recenti sono Trattato Tecnico di Astrologia (Hoepli, 2011) e Dizionario degli Asteroidi (Capone, 2012).


Intervento di MARISA PASCHERO:
Alchimie di Coppia tra Astri e Scritture

Marisa Paschero, Bilancia ascendente Bilancia con Luna in Acquario, si occupa professionalmente di Grafologia da oltre vent’anni.
Laureata in Lettere, specializzata in Grafologia dell’età evolutiva e perizia giudiziaria, svolge attività di consulente e di grafoterapeuta. Insegna il metodo grafologico francese con particolare attenzione alla correlazione tra scrittura e simbolismo planetario.
Dopo avere seguito le lezioni di Grazia Mirti ha “scoperto” il mondo dell’Astrologia : nuova ricchezza, disciplina affascinante, ulteriore straordinario strumento di conoscenza della personalità, che approfondisce con passione.


Per quanto riguarda il sottoscritto farò il mio intervento nel primo pomeriggio, con un piccolo fuori programma che non vi anticipo...

venerdì 1 giugno 2012

Oroscopo del bambino

Vorrei segnalarvi un'interessante raccolta di profili astrologici per i bambini, ultima fatica dell'amica Maria Santucci. Una lettura piacevole e piena di utili suggerimenti che di sicuro farà la felicità di molte mamme.
Un consiglio per le più smaliziate in Astrologia: oltre al profilo collegato al segno solare leggete anche quello dell'Ascendente e magari del segno in cui si trova la Luna, questi elementi infatti sono cruciali fin dalla prima infanzia e spesso hanno più influenza nei primi anni di vita di quanta ne abbia il segno zodiacale. Buona Lettura.

venerdì 4 maggio 2012

Torino 2012

Sabato 9 giugno a Torino presso l'Hotel Concord si svolgerà l'annuale Convegno Astrologico Torinese. Quest'anno si parlerà di ASTROLOGIA DELLA COPPIA: il confronto fra due o più carte del cielo nelle molteplici tipologie che esprimono la vita.
Come potete leggere dal programma che trovate di seguito gli interventi saranno molti e gli approcci all'argomento variegati, come nella tradizione di questo convegno giunto oramai alla sua dodicesima edizione.
Il mio intervento si intitolerà Poeti dall'Inferno, almeno questo è quello che riporta la scaletta... ma chissà se sarà proprio così, del resto in amore non si può mai sapere come va a finire.

giovedì 26 aprile 2012

Eppur si muove, lala lala là ♫

Ieri sera La7 ha trasmesso lo spettacolo di Marco Paolini Itis Galileo. Onore al merito di questa rete televisiva che ha proposto un'opera del genere in prima serata e senza interruzioni pubblicitarie, un vero servizio pubblico che probabilmente oramai solo una tv privata può permettersi.

Due ore straordinarie in cui Paolini sviscera il personaggio di Galilei in modo colto e coinvolgente.
Nel Corso dello spettacolo si parla anche di Copernico, Keplero e Tommaso Campanella... cosa collega tutti questi personaggi? Ovviamente erano tutti astrologi, Galileo compreso. Non che Paolini neghi il fatto, ben intesi, si allinea però all'ipocrisia moderna nel sostenere che Galileo si adattasse a fare oroscopi "per campare". Questo tipo di interpretazione perlomeno artificiosa dei fatti è piuttosto diffusa nell'ambiente scientifico, tanto che l'attività di astrologo del Galilei è stata perfino descritta dal alcuni come un "lato oscuro" del personaggio. Cosa ci sia di oscuro poi in una pratica svolta per decenni alla luce del sole, risultante perfino nei registri contabili di Galileo, qualcuno ce lo dovrà pur spiegare.
E così l'ottimo paolini a mio avviso prende uno scivolone quando ironizza sul fatto che il padre della fisica moderna abbia fatto oroscopi per tutta la vita, Galileo infatti non vide mai alcuna contraddizione in questo, perché dovremmo noi? Pensate forse che se l'Astrologia fosse stata per Galileo una disciplina risibile e priva di validità egli non ci avrebbe lasciato almeno una riga a riprova di questa sua opinione? Credete forse che uno che si mette nei guai con il Santi'Uffizio abbia remore ad inimicarsi gli astrologi? Possiamo pensare che uno che gli oroscopi li fa solo "per campare" si preoccupi di redigere e studiare l'oroscopo proprio e quello della figlia?
La realtà che proprio non si riesce ad accettare è che per i grandi padri della scienza moderna, come Copernico, Keplero e Galileo, l'Astrologia fosse degna di studio e rispetto. Lo stesso Paolini ad un certo punto dello spettacolo deve ammettere che gli astrologi furono i primi a comprendere ed utilizzare i calcoli copernicani perché "pare che con le tabelle di Copernico gli oroscopi venissero da dio".

Cosa tolgono poi questi preconcetti allo spettacolo di Paolini? Nulla tutto sommato. Averne di televisione così.

lunedì 2 aprile 2012

Auguri a Linda Hunt

Oggi compie gli anni l'attrice americana Linda Hunt. Probabilmente tutti si ricordano di lei per via del famosissimo She-Devil, in cui interpretava l'infermiera Hooper. In una scena cruciale del film la protagonista (Roseanne Barr) riesce a sciogliere l'imperturbabile Hooper con l'aiuto di una scatola di dolci e conquista la sua fiducia dicendole qualcosa del tipo "non ho avuto una vita facile e, a quanto vedo, neanche lei" e qui arriviamo al punto. La Hunt infatti è affetta dalla sindrome ti Turner, un'anomalia congenita al livello cromosomico che impedisce il corretto sviluppo dei caratteri sessuali femminili. Questa particolarità ha ovviamente influenzato la carriera di Linda fino dagli esordi, fu infatti la prima nella storia degli Academy a vincere un Oscar come miglior attrice non protagonista per un ruolo maschile: il fotoreporter Billy in Un Anno Vissuto Pericolosamente.
Premesso che non credo si possa ragionevolmente pretendere di diagnosticare questa o qualsivoglia altra patologia osservando un tema natale, non si può negare che il grafico della Hunt presenti segnali da manuale. Saturno all'Ascendente può fare i minuti di statura e, più in generale, il Nodo sempre sulla linea dell'orizzonte descrive bene il fardello di un'immagine esteriore impegnativa. Mi pare illuminante inoltre la presenza della Luna in VI Casa, mascolinizzata dagli aspetti con Marte, Urano e Plutone. La stessa presenza di Saturno e Urano in XII fornisce indizi riguardo alle prove di salute.

Questa è la prima di una serie di attrici dalle doti androgine che esamineremo nel corso dei prossimi mesi.

domenica 11 marzo 2012

Tutte le verità (fasulle) sull'astrologia

In un precedente post mi lamentavo della quasi totale assenza di testi dedicati all'Astrologia in formato eBook.
Devo dire che negli ultimi mesi alcuni primi timidi titoli cominciano a farsi spazio in questo mercato. E' il caso per esempio di Astrologia della Seduzione di Daniela Massari e di Astrologia Umanistica di Luca Falace, testi che probabilmente non aggiungono molto di nuovo sul piano dei contenuti ma che comunque meritano una menzione.

Assieme a questi eBook è arrivato anche Tutte le Verità sull'Astrologia, titolo quantomeno protervo dietro al quale si nasconde un modesto pamphlet di appena una cinquantina di pagine virtuali. L'autore, tale André Bernard, si cimenta nel consueto repertorio di esausti e maldestri attacchi all'Astrologia. Una serie di affermazioni, rigorosamente non documentate, perlopiù opinabili se non palesemente fasulle, come quando citando Cicerone vuole farci bere che "ovviamente" l'Astrologia non fu mai ben vista dai filosofi e scienziati greci e romani. Cosa importa a questo illustre signore, di cui per inciso ignoriamo i titoli, di documentarsi presso i veri storici, magari anche professori di Cambridge, prima di scrivere certe sciocchezze?
Un'autentica fiera del pressapochismo in cui l'autore pretende di arrivare alla logica (solo per lui a dire il vero) conclusione secondo la quale l'Astrologia altro non sarebbe che un grande e bel gioco collettivo.
Per non farsi mancare nulla il libello contiene anche dei profili sui dodici segni zodiacali, un'aggiunta così incredibilmente fuori luogo da farci ridere... per non piangere.

martedì 6 marzo 2012

Ruggeri, parlandone da vivo

In questi giorni si piange un grande cantautore appena scomparso. Mi perdonerete se non vi rifilo la mia analisi sul personaggio, ne potrete trovare di eccellenti praticamente in tutti i siti e blog che si occupano di Astrologia. Detto questo parliamo di chi è ancora fra noi.

Avete presente quegli album stucchevoli in cui una serie di artisti ricantano i pezzi di un collega morto, gettandosi come corvi su canzoni oramai orfane per farne più o meno quel che vogliono? Con mirabile lungimiranza Enrico Ruggeri ha evitato questo scempio post mortem portandosi avanti con il lavoro.
Da poco è uscito il suo ultimo album Le Canzoni ai Testimoni, in cui Ruggeri fa da curatore testamentario della sua stessa eredità artistica offrendola ai posteri... ancora contemporanei. Ad alcuni artisti e gruppi, rigorosamente fuori dal mainstream, è stata data l'opportunità di scegliere un pezzo dal vasto repertorio del cantautore. Come dei parenti che si dividono i gioielli della zia morta, prendendo ognuno quel che più gli aggrada, il monile da tempo adocchiato. Il risultato sono quattordici reinterpretazioni originali in cui le singole canzoni non sono attualizzate ma bensì proiettate nel futuro, arricchite da misuratissimi interventi di Ruggeri che si limita a cantare un verso qua e là, come l'eco di uno spettro.
Nella tracklist si fanno notare Boosta con una rarefatta Il Mare D'Inverno, The Fire con Prima del Temporale e i Serpenti con una micidiale Tenax.


A completamento troviamo nel booklet un vero e proprio affettuoso coccodrillo, scritto per Ruggeri dal sempre efficace Matteo B. Bianchi.

Godiamoci il lascito di Ruggeri, ce lo porge con l'ironia sofisticata di un mercuriano DOC (Sole Gemelli e Luna Vergine) e dimostra di essere il più vivo fra i cantautori della sua generazione.
Sed modo senectus morbus est, carmen vitae immoderatae hic est.

sabato 3 marzo 2012

L'analisi scritta del Tema Natale

Fin da quando ho iniziato ad occuparmi di Astrologia sono stato abituato ad eseguire le consulenze per iscritto. Con questo non voglio negare l'importanza del dialogo a tu per tu fra l'astrologo e chi chiede il suo consiglio. Sono convinto anzi che sia molto importante e lo considero parte fondamentale del mio lavoro di consulenza.
Molti astrologi ritengono che sia impossibile eseguire una corretta interpretazione astrologica senza poter parlare con il soggetto che si sta analizzando, io al contrario ritengo che poter studiare un oroscopo alla cieca permetta all'astrologo di non lasciarsi condizionare dal chi gli sta difronte, seguendo meglio il filo dell'ispirazione interpretativa. Eseguire l'analisi scritta inoltre comporta il non trascurabile vantaggio di lasciare una traccia, qualcosa che possa essere ripreso in mano per future verifiche. Più di una volta mi è capitato di avere soddisfazioni da analisi astrologiche che avevo scritto magari anni addietro e che rilette in un secondo momento hanno permesso a chi le aveva da me ricevute di apprezzarne i contenuti alla luce degli sviluppi della propria vita.
L'analisi scritta inoltre permette di effettuare tutte quelle consulenze che altrimenti non sarebbero possibili, come ad esempio quelle per persone che vivono in altri paesi, quelle per i bambini che potranno essere conservate dai genitori che le hanno richieste e rilette a più riprese nel corso della crescita del figlio, oppure quelle consulenze che mi sono commissionate come dono speciale da regalare ad una persona cara.

Certo stendere un'analisi astrologica per iscritto non è facilissimo, si tratta però di un esercizio molto prezioso che consiglio anche a chi è ancora alle prime armi nello studio della materia. Stabilire con cura la priorità degli argomenti da trattare, scegliere con attenzione ogni singolo aggettivo ed avverbio da utilizzare, riuscire a sintetizzare in poche pagine il succo di ciò che un cielo ci suggerisce... si tratta di un lavoro certosino che lascia l'interprete solo nel confronto con i simboli astrologici ma capace di regalare grande soddisfazione.

Ad oggi quindi considero insostituibile la possibilità di erigere una consulenza scritta, da integrare poi con un colloquio qualora chi me la abbia richiesta desideri avere delucidazioni o approfondire particolari argomenti o aspetti.

A coloro che ancora non hanno mai provato a redigere un'analisi in questo modo consiglio di tentare, non importa a quale livello vi occupiate di Astrologia, le stelle sapranno ricompensare la vostra fiducia!

venerdì 24 febbraio 2012

Grazie SIRIO

Vorrei mandare un ringraziamento veloce ma sentito a Cristina Caretta che nella sua rubrica sul mensile SIRIO (numero di marzo 2012) ha consigliato questo blog.

domenica 12 febbraio 2012

5 Star Day: recensione

Vi avevo parlato tempo fa di questa interessante pellicola a tema astrologico, presentata l'anno scorso al Newport Beach Film Festival. Rimanendo in fiduciosa attesa di un eventuale sbarco di Five Star Day nelle sale italiane vi propongo comunque la mia recensione, basata sulla visione in lingua originale.

L'oroscopo del giornale predice a Jake per il suo compleanno una giornata estremamente positiva, assegnando all'Aquario la valutazione massima di ben cinque stelle. Detto fatto la giornata si rivela invece a dir poco disastrosa... Jake infatti perde il lavoro, si vede rubare la macchina, coglie la sua ragazza in flagrante adulterio e perfino il rubinetto de lavandino gli esplode in faccia.
Il protagonista così decide di mettersi in viaggio per trovare le persone nate il suo stesso giorno, mese ed anno, allo stesso orario e nello stesso ospedale per interrogarli su come si sia svolto il loro compleanno e raccogliere materiale per confutare le teorie astrologiche.
L'incontro con i tre componenti della sua lista però sarà per Jake un vero viaggio iniziatico, si tratta di persone apparentemente diverse da lui: la prima è una barista; la seconda lavora presso un centro di riabilitazione; mentre l'ultimo è un cantante da night club. I tre soggetti saranno, ognuno a suo modo, ossi duri per Jake, che faticherà non poco a conquistarsi la loro fiducia e a farsi raccontare la verità sulla loro giornata a cinque stelle, ma con ognuno si stabilità un momento di magica intimità, di vibrazione all'unisono. Jake scoprirà di non essere stato il solo a perdere qualcosa di importante nel giorno del compleanno e con una dei suoi gemelli astrali si creerà una sintonia capace di evolversi in un vero e proprio sentimento.


Certo dal punto di vista prettamente astrologico la premessa del film è un po' imprecisa, facendo confusione fra gli oroscopi da giornale, l'Astrologia propriamente detta, le rivoluzioni solari... Il concetto di base però rimane di sicuro coinvolgente per gli addetti e non.
Non si può che esprimere un parere positivo per questa prima prova da regista cinematografico di Danny Buday, in particolare per la performance di Cam Gigandet, bravo qui come lo fu in Burlesque, quasi da farci dimenticare l'interpretazione legnosa del vampiro cattivo James in Twilight. Particolarmente piacevole la colonna sonora. Un film superiore nelle sue singole parti alla prevedibile conclusione in chiave etica.

giovedì 2 febbraio 2012

Stelle Fisse a Roma, in compagnia di Lucia Bellizia

Domenica 19 febbraio a Roma si terrà la conferenza Effetti delle Stelle Inerranti dell'amica Lucia Bellizia.
Gli influssi di questi corpi celesti sull'animo, sugli onori, sul corpo, sugli averi venivano accuratamente studiati dagli Astrologi antichi, come testimonia chiaramente il Corpus dottrinario, che da essi abbiamo ereditato.
L'incontro si terrà alle ore 17:00 presso l'Associazione Culturale Bibliothè, in Via Celsa 4/5.
Sarà un appuntamento certamente imperdibile per chi voglia approfondire la conoscenza di questo affascinante argomento.

domenica 8 gennaio 2012

Capitale Daverio

Passepartout non esiste più. Causa incomprensibili bizantinismi riguardanti i diritti del format, non verranno più prodotti nuovi episodi della fortunata trasmissione d'arte condotta da Philippe Daverio. A questa notizia potreste essere tentati di trasformare il bollettino per il pagamento del canone Rai in un'opera di arte moderna o addirittura, non sia mai, destinarlo ad un meno mobile utilizzo. Non disperate, dalle ceneri gloriose di Passepartout nasce infatti Il Capitale, in onda ogni domenica sempre su Rai3, sempre alle 13:20. La prima puntata, andata in onda oggi, si è aperta con una fulminante lezione di economia usata da Daverio come punto di partenza per riflettere sul vero capitale: quello artistico, quello culturale, quello umano.
E' rassicurante constatare che la tv pubblica abbia ancora sufficiente sale in zucca per non farsi scappare un capitale come Daverio (Bilancia con valori Leone).