mercoledì 21 luglio 2010

I Decani

Da molto avevo promesso di trattare questo argomento.
I Decani altro non sono che una delle dignità essenziali tramandateci dalla tradizione astrologica. Di queste dignità solo i domicilii e le esaltazioni sono conosciute ed utilizzate dalla maggioranza degli astrologi moderni, le altre, come ad esempio le Triplicità, i Termini e appunto i Decani, sono più o meno finite in disuso.
Il concetto di decano è molto facile da spiegare, si tratta di un pianeta (o un segno, secondo Manilio) che ha giurisdizione su 10 gradi zodiacali, cosicché ogni segno verrà diviso in tre decadi, ognuna delle quali sotto l'influenza di un pianeta.
I decani più conosciuti ed utilizzati sono probabilmente quelli di Firmico Materno (III secolo), chiamati anche Volti.
ARIETE: Marte, Sole, Venere
TORO: Mercurio, Luna, Saturno
GEMELLI: Giove, Marte, Sole
CANCRO: Venere, Mercurio, Luna
LEONE: Saturno, Giove, Marte
VERGINE: Sole, Venere, Mercurio
BILANCIA: Luna, Saturno, Giove
SCORPIONE: Marte, Sole, Venere
SAGITTARIO: Mercurio, Luna, Saturno
CAPRICORNO: Giove, Marte, Sole
ACQUARIO: Venere, Mercurio, Luna
PESCI: Saturno, Giove, Marte
Come si capisce immediatamente questi decani sono posti nei segni secondo un ordine preciso di velocità degli astri. Pur essendo rispettoso della tradizione faccio molta fatica ad accettare questa ripartizione... questi decani infatti non sembrano rispecchiare, nella maggioranza dei casi, la natura dei segni e danno un'impressione generale di incongruenza.
Molto più coerenti mi paiono i Decani Indù.
ARIETE: Marte, Sole, Giove
TORO: Venere, Mercurio, Saturno
GEMELLI: Mercurio, Venere, Saturno
CANCRO: Luna, Marte, Giove
LEONE: Sole, Giove, Marte
VERGINE: Mercurio, Saturno, Venere
BILANCIA: Venere, Saturno, Mercurio
SCORPIONE: Marte, Giove, Luna
SAGITTARIO: Giove, Marte, Sole
CAPRICORNO: Saturno, Venere, Mercurio
ACQUARIO: Saturno, Mercurio, Venere
PESCI: Giove, Luna, Marte
Questi decani, a differenza di quelli esaminati in precedenza, si basano su un principio di affinità di elementi tra segni. Infatti alla prima decade di ogni segno viene assegnato il pianeta governatore del segno stesso, alla seconda e terza decade i governatori dei successivi segni appartenenti allo stesso elemento. In questo modo i decani dei segni di Terra e Aria saranno sempre Mercurio, Venere e Saturno, disposti in maniera differente a seconda dell'ordine dei segni. Alla stessa maniera i segni di Fuoco ed Acqua avranno sempre come decani Marte, Giove ed uno dei luminari. In linea di massima questa attribuzione dei decani mi pare più logica ed armoniosa rispetto alle simbologie zodiacali.

A chi volesse approfondire ulteriormente l'argomento consiglio questo articolo di Fabrizio Corrias e Giancarlo Ufficiale che tratta in modo esaustivo di tutte le dignità e debilità essenziali tramandateci dalla tradizione astrologica.

martedì 6 luglio 2010

E fu così che Lisa incontrò l'Astrologia

Chi mi conosce sa che non mi sento strettamente legato ad una scuola astrologica in particolare. Non sono quindi neanche quello che si potrebbe definire un morpurghiano. Mai però mi sognerei di sottostimare l'immenso apporto che la compianta Lisa Morpurgo ha dato allo studio dell'astrologia nel nostro paese. Sono contento quindi potervi segnalare questi video in cui la famosa astrologa viene intervistata radiofonicamente da Massimo Fornicoli.

giovedì 1 luglio 2010

Come si valuta la forza di un aspetto


Spesso capita difronte ad un grafico astrologico di trovarci disorientati dalla quantità di aspetti che si formano fra i pianeti che, soprattutto quando sono molto numerosi, possono dare l'impressione di essere perfino contraddittori fra loro. Si rischia quindi di attribuire uguale importanza a tutti gli aspetti segnati sul grafico in modo totalmente acritico.
Ho pensato quindi di dedicare questo post ai modi per quantificare l'effettiva incisività di un aspetto planetario rispetto ad un altro.

Alcune regole di buon senso sono certamente chiare anche ad i principianti, è ovvio ad esempio che un aspetto fra Urano e il Sole sarà certamente più rilevante nella vita di un soggetto di un aspetto fra Urano e Nettuno, le cose saranno chiaramente inverse se invece di una singola persona stiamo prendendo in considerazione eventi di portata mondiale.

I parametri per valutare la forza di un aspetto sono a mio avviso tre: l'orbita, l'applicazione o separazione e i segni coinvolti. Esaminiamoli uno per uno.