giovedì 21 gennaio 2010

Dalla Bilancia ai Pesci

Abbiamo già pubblicato i link con i ritratti dei primi sei segni dello zodiaco redatti da Maria Santucci per amando.it, che hanno ricevuto grande apprezzamento da parte dei lettori di questo blog.
Ora la serie si conclude con i segni mancanti. Buona lettura!

venerdì 15 gennaio 2010

Cicerone, le catastrofi e l'Astrologia

Spesso su questo blog ho citato il pensiero di grandi intellettuali del passato che amavano l'Astrologia, tra loro anche i padri dell'astronomia moderna. Oggi, per una sorta di par condicio, voglio citare uno storico detrattore della materia.
L'idea mi è venuta ieri, quando un amico mi ha detto che le grandi catastrofi, come quella che colpito Haiti, possono essere considerate una lampante prova dell'inaffidabilità dell'Astrologia. La questione non è certo nuova, anzi, risale niente meno che a Cicerone. Il Filosofo, politico e letterato romano infatti in un'occasione disse:
"Ma allora dobbiamo forse pensare che tutti coloro che sono periti nella battaglia di Canne avessero lo stesso oroscopo?"
La risposta ovviamente è no. I segnali astrali che riguardano eventi di questa drammatica portata non vanno certo cercati nei singoli oroscopi di tutti coloro che vi rimangono coinvolti. Qui siamo ne campo di quella che viene definita Astrologia Mondiale, una branca certo difficile della materia, che pure ha i suoi cultori ed eccellenti studiosi (basterebbe fare il nome di André Barbault). Senza scomodare drammatiche catastrofi naturali, non è certo difficile collegare, ad esempio, la crisi economica mondiale con l'ingresso di Plutone nel Capricorno.
Nel cielo personale dei singoli individui coinvolti in un grande evento andranno semmai cercate quelle motivazioni che spingono a diverse reazioni e sorti, all'interno di una cornice di maggiore portata che deve trovare necessariamente ragioni di respiro ben più ampio.