sabato 18 dicembre 2010

Conferenza: Amore disperato

In questi mesi mi trovo a tenere diverse conferenze. La prossima sarà a Forlimpopoli presso gli amici della delegazione CIDA Gruppo Astrologico Sagittarius. Questa volta si parlerà di Amore Disperato. Affronteremo le passioni tormentate, gli amori difficili e sofferti, indagando con diversi strumenti astrologici. L'incontro si terrà il 19 febbraio 2011 alle ore 16:45 presso la sala congressi nei locali della Banca Romagna Centro. Qui troverete ulteriori informazioni, vi aspetto numerosi!

5 commenti:

  1. Ieri sera, vedendo "i
    migliori anni" in Tv,
    ho sentito la Pravo
    che cantava "Ragazzo
    triste". Scritta nel
    '66, quando sono nato,
    pareva scritta per me,
    hahah!!!! :(


    Ragazzo triste come me ah ah
    che sogni sempre come me ah ah
    non c'e' nessuno che ti aspetta mai perché non sanno come sei
    Ragazzo triste sono uguale a te,
    a volte piango e non so perché
    tanti son soli come me e te ma un giorno spero cambierà
    Nessuno può star solo,
    non deve stare solo quando si e' giovani così
    Dobbiamo stare insieme, amare tra di noi
    scoprire insieme il mondo che ci ospiterà
    Ragazzo triste come me...

    Hey hey hey vedrai - hey hey hey vedrai
    non dobbiamo star soli mai,
    non dobbiamo star soli mai...

    Cari saluti!!! ;)

    RispondiElimina
  2. Preoccupato d questa tua malinconia, contando anche l'approssimarsi delle feste, mi sento di esortarti con altre parole di Patty: "e dimmi che non vuoi morire"

    Ciao! ;)

    RispondiElimina
  3. te lo dico, te lo dico...
    più che altro per una
    questione di Principio :)

    RispondiElimina
  4. Lettera aperta:

    Caro Graziano, concludo questo anno rivolgendomi per ultimo a te.
    Mi sei venuto in mente, quando l’altro giorno il 20 dicembre, ho incontrato il tecnico che mi avrebbe praticato di lì a poco la “litotripsia” ossia il bombardamento ad un calcolo renale.
    Simpatico e schietto arrivava dritto, dritto da Roma; mi ha messo a mio agio facendomi rilassare il più possibile, prendendo così confidenza con il macchinario. Mi sei venuto in mente tu nel frattempo, considerando che le persone che mi trattano con più educazione stranamente sono di Roma...

    Io sono piovuta in questo mondo dei blog e di internet, quasi come la befana che cade dal camino, si ritrova frastornata e fuligginosa in un posto che non si aspettava, e che magari non l’aspettavano.
    E’ stato per me qualcosa che mi ha dato gioia, ma soprattutto dolore. La mia sensibilità non mi permette di sopportare oltre, un mondo, e mi riferisco soprattutto a quello astrologico, dove ci sono persone che non mancano mai di ferirti, e soprattutto fanno dell’astrologia qualcosa da elitè dove si fa a gara per dimostrare la propria “cultura”, dove non c’è posto invece per il vero arricchimento reciproco umanamente parlando, e non aggiungo altro…
    Credo che è difficile conoscere una persona per iscritto, e qui si posta tanto: ben venga! sicuramente ci facciamo tanta compagnia, ma poi ci conosciamo sul serio? Spesso mi sono ritrovata a scrivere delle cose senza avere alcuna risposta, ma è educazione questa? Questa è una abitudine che si ritrova spesso su un certo blog, che è poi seguita a pappagallo anche da altri. Basterebbe solo un grazie, un ciao,…ma essere trattarti così!…
    Sono proprio stanca e credo che dal prossimo anno prenderò il fermo proposito di uscire del tutto da un mondo, che diciamo la verità non ha fatto altro che maltrattarmi e ferirmi.
    Mi mancherà il tuo blog che trasmette davvero un senso di compartecipazione, e di vera conoscenza astrologica e mi mancherai tu, che almeno da quanto trasmetti sul blog (e spero proprio che sia così), sembri proprio uno “con le palle”…

    Continua così…
    Con i migliori Auguri di Buone Feste
    Chandra

    RispondiElimina
  5. Cara Chandra,
    pochi giorni fa una collega, dalla straordinaria cultura non solo astrologica, mi ha detto che questo è un ambiente di "prime donne"... intendendo con ciò esprimere un giudizio molto vicino mi pare a quello che esprimi tu.

    Non posso che darti ragione quando dici che spesso si ha la sensazione di assistere ad una gara di sfoggio nozionistico (e solitamente meno sono le nozioni che si posseggono più si è spinti a sfoggiarle).

    In questi anni di attività astrologica in rete ho conosciuto molte persone, alcune coltissime ed al contempo umilissime, disposte senza remore ad elargire il loro sapere e la loro esperienza solo in nome del puro spirito di condivisione. Altre superbe ed orgogliose ma che avevano i titoli e le qualità per poterselo permettere, li ho rispettati comunque perché non è detto che attorno ad un grande astrologo ci debba per forza essere una buona persona. Ho conosciuto poi persone che di astrologia sapevano molto poco, eppure la loro intelligenza e sensibilità mi ha regalato intuizioni preziose che non avrei potuto leggere in nessun libro. Poi ovviamente ci sono gli altri, i vanagloriosi, i protervi, i settari, ti assicuro che si nascondono in tutte le scuole di astrologia, meno sanno e più presumono, persone che ti invidierebbero anche un raffreddore se fosse l'unica cosa che hai.
    Da buon gioviano (sono Asc Sagittario) ti posso dire che la mia mente mi porta sempre verso bilanci positivi, ho avuto la mia razione di buoni e cattivi incontri, non rimpiango ne gli uni ne gli altri.

    Un caro saluto e sinceri auguri di buone feste!

    RispondiElimina