mercoledì 21 luglio 2010

I Decani

Da molto avevo promesso di trattare questo argomento.
I Decani altro non sono che una delle dignità essenziali tramandateci dalla tradizione astrologica. Di queste dignità solo i domicilii e le esaltazioni sono conosciute ed utilizzate dalla maggioranza degli astrologi moderni, le altre, come ad esempio le Triplicità, i Termini e appunto i Decani, sono più o meno finite in disuso.
Il concetto di decano è molto facile da spiegare, si tratta di un pianeta (o un segno, secondo Manilio) che ha giurisdizione su 10 gradi zodiacali, cosicché ogni segno verrà diviso in tre decadi, ognuna delle quali sotto l'influenza di un pianeta.
I decani più conosciuti ed utilizzati sono probabilmente quelli di Firmico Materno (III secolo), chiamati anche Volti.
ARIETE: Marte, Sole, Venere
TORO: Mercurio, Luna, Saturno
GEMELLI: Giove, Marte, Sole
CANCRO: Venere, Mercurio, Luna
LEONE: Saturno, Giove, Marte
VERGINE: Sole, Venere, Mercurio
BILANCIA: Luna, Saturno, Giove
SCORPIONE: Marte, Sole, Venere
SAGITTARIO: Mercurio, Luna, Saturno
CAPRICORNO: Giove, Marte, Sole
ACQUARIO: Venere, Mercurio, Luna
PESCI: Saturno, Giove, Marte
Come si capisce immediatamente questi decani sono posti nei segni secondo un ordine preciso di velocità degli astri. Pur essendo rispettoso della tradizione faccio molta fatica ad accettare questa ripartizione... questi decani infatti non sembrano rispecchiare, nella maggioranza dei casi, la natura dei segni e danno un'impressione generale di incongruenza.
Molto più coerenti mi paiono i Decani Indù.
ARIETE: Marte, Sole, Giove
TORO: Venere, Mercurio, Saturno
GEMELLI: Mercurio, Venere, Saturno
CANCRO: Luna, Marte, Giove
LEONE: Sole, Giove, Marte
VERGINE: Mercurio, Saturno, Venere
BILANCIA: Venere, Saturno, Mercurio
SCORPIONE: Marte, Giove, Luna
SAGITTARIO: Giove, Marte, Sole
CAPRICORNO: Saturno, Venere, Mercurio
ACQUARIO: Saturno, Mercurio, Venere
PESCI: Giove, Luna, Marte
Questi decani, a differenza di quelli esaminati in precedenza, si basano su un principio di affinità di elementi tra segni. Infatti alla prima decade di ogni segno viene assegnato il pianeta governatore del segno stesso, alla seconda e terza decade i governatori dei successivi segni appartenenti allo stesso elemento. In questo modo i decani dei segni di Terra e Aria saranno sempre Mercurio, Venere e Saturno, disposti in maniera differente a seconda dell'ordine dei segni. Alla stessa maniera i segni di Fuoco ed Acqua avranno sempre come decani Marte, Giove ed uno dei luminari. In linea di massima questa attribuzione dei decani mi pare più logica ed armoniosa rispetto alle simbologie zodiacali.

A chi volesse approfondire ulteriormente l'argomento consiglio questo articolo di Fabrizio Corrias e Giancarlo Ufficiale che tratta in modo esaustivo di tutte le dignità e debilità essenziali tramandateci dalla tradizione astrologica.

8 commenti:

  1. Interessante come sempre!
    Anch'io trovo molto più corrispondente la seconda classificazione, anche se non li prendo granché in considerazione, credo siano sottigliezze per esperti e navigati astrologhi che riescono a leggere bene già il tema natale e cercano ulteriori conferme, non ancora per me! ^_^
    Buona settimana, un bacione!

    RispondiElimina
  2. Non fare la modesta, a me pare che te la cavi benone!

    Un bacio anche a te!

    RispondiElimina
  3. Robbie (O'Philips)18 agosto 2010 16:03

    Comunque la si pensi, trovo molto interessante vedere schemi diversi dei domicili, soprattutto vedere quelli tradizionali, e riflettere sulle associazioni segno-pianeta, che possono sempre avere un idea di fondo condivisibile; è interessante vedere schemi diversi anche perché sono informazioni non molto facili da trovare nella rete! Quindi sono preziose, grazie mille veramente, ma del resto tutti i tuoi post sono interessanti.
    Per caso mi puoi dare un link di quel file formato .doc?
    Una domanda: esiste solo questo schema presso gli indù? Se no, quale è questo?

    Vorrei aggiungere dei miei pensieri:
    ▪ Questa logica indù dei decani secondo cui i tre segni di uno stesso elemento siano governati dagli stessi astri ma in ordine diverso, l'avevo già riscontrata sul disegno di una ruota di "Solar Fire", che ti riporto sotto, e ti chiedo se sai chi ne sia l'autore:
    ARIETE: Marte, Sole, Giove;
    TORO: Venere, Mercurio, Saturno;
    GEMELLI: Mercurio, Venere, Urano;
    CANCRO: Luna, Plutone, Nettuno;
    LEONE: Sole, Giove, Marte;
    VERGINE: Mercurio, Saturno, Venere;
    BILANCIA: Venere, Urano, Mercurio;
    SCORPIONE: Plutone, Nettuno, Luna;
    SAGITTARIO: Giove, Marte, Sole;
    CAPRICORNO: Saturno, Venere, Mercurio;
    ACQUARIO: Urano, Mercurio, Venere;
    PESCI: Nettuno, Luna, Plutone;
    Personalmente rispetto a quello indù mi sembra più convincente.

    ▪ Secondo me uno schema dei domicili non è solo "uno schema in sé", ma è come se fosse la punta dell'icebergerg di quello che è tutto l'insieme degli "apetti naturali" (così io li chiamo) che si vengono a formare dati quei domicili. E leggendo questi aspetti naturali si scoprono delle somiglianze tra schemi apparentemente diversi, infatti un morpurghiano che non ha imparato a memoria ma compreso lo schema capisce che per es. Mercurio rispecchiandosi soprattutto nei Gemelli, si trova perlomeno “comodo” in Bilancia e in Acquario che sono a distanza di trigono... e cmq. in aria (pensiero)... infatti poi in uno c'è l'apporto di Saturno (la famosa analisi fredda e ponderata) e dall'altro per quello di Urano (il cogliere le idee). Similmente a questi domicili indù!:-). Questo per dire che mi sembra bello vedere anche le analogie e non solo le differenze.
    ▪ Personalmente io sono per lo schema morpurghiano anche se credo che gli schemi siano solo *concettuali*, ovvero:
    – che i segni si debbano considerare come un unicum: se uno nasce ai gradi di un decano non sia influenzato *in maniera maggiore* da quel decano, o anche se fosse credo non cambi molto (anche perché l'ordine preciso a volte si può anche discutere...);
    – che in un tema natale, dire un astro in domicilio o in caduta et cetera non significa che sia meglio o peggio, è solo diverso...

    RispondiElimina
  4. Robbie (O'Philips)18 agosto 2010 16:04

    Comunque la si pensi, trovo molto interessante vedere schemi diversi dei domicili, soprattutto vedere quelli tradizionali, e riflettere sulle associazioni segno-pianeta, che possono sempre avere un idea di fondo condivisibile; è interessante vedere schemi diversi anche perché sono informazioni non molto facili da trovare nella rete! Quindi sono preziose, grazie mille veramente, ma del resto tutti i tuoi post sono interessanti.
    Per caso mi puoi dare un link di quel file formato .doc?
    Una domanda: esiste solo questo schema presso gli indù? Se no, quale è questo?

    Vorrei aggiungere dei miei pensieri:
    ▪ Questa logica indù dei decani secondo cui i tre segni di uno stesso elemento siano governati dagli stessi astri ma in ordine diverso, l'avevo già riscontrata sul disegno di una ruota di "Solar Fire", che ti riporto sotto, e ti chiedo se sai chi ne sia l'autore:
    ARIETE: Marte, Sole, Giove;
    TORO: Venere, Mercurio, Saturno;
    GEMELLI: Mercurio, Venere, Urano;
    CANCRO: Luna, Plutone, Nettuno;
    LEONE: Sole, Giove, Marte;
    VERGINE: Mercurio, Saturno, Venere;
    BILANCIA: Venere, Urano, Mercurio;
    SCORPIONE: Plutone, Nettuno, Luna;
    SAGITTARIO: Giove, Marte, Sole;
    CAPRICORNO: Saturno, Venere, Mercurio;
    ACQUARIO: Urano, Mercurio, Venere;
    PESCI: Nettuno, Luna, Plutone;
    Personalmente rispetto a quello indù mi sembra più convincente.

    ▪ Secondo me uno schema dei domicili non è solo "uno schema in sé", ma è come se fosse la punta dell'icebergerg di quello che è tutto l'insieme degli "apetti naturali" (così io li chiamo) che si vengono a formare dati quei domicili. E leggendo questi aspetti naturali si scoprono delle somiglianze tra schemi apparentemente diversi, infatti un morpurghiano che non ha imparato a memoria ma compreso lo schema capisce che per es. Mercurio rispecchiandosi soprattutto nei Gemelli, si trova perlomeno “comodo” in Bilancia e in Acquario che sono a distanza di trigono... e cmq. in aria (pensiero)... infatti poi in uno c'è l'apporto di Saturno (la famosa analisi fredda e ponderata) e dall'altro per quello di Urano (il cogliere le idee). Similmente a questi domicili indù!:-). Questo per dire che mi sembra bello vedere anche le analogie e non solo le differenze.
    ▪ Personalmente io sono per lo schema morpurghiano anche se credo che gli schemi siano solo *concettuali*, ovvero:
    – che i segni si debbano considerare come un unicum: se uno nasce ai gradi di un decano non sia influenzato *in maniera maggiore* da quel decano, o anche se fosse credo non cambi molto (anche perché l'ordine preciso a volte si può anche discutere...);
    – che in un tema natale, dire un astro in domicilio o in caduta et cetera non significa che sia meglio o peggio, è solo diverso...

    RispondiElimina
  5. Robbie (O'Philips)18 agosto 2010 16:06

    non so se si vede il commento, scusate se appare 2 volte ma diceva che non l'aveva pubblicato, boh.

    RispondiElimina
  6. Caro Robbie,
    lo schema che mi riporti lo potremmo considerare una modernizzazione dei decani indù. Infatti nei segni d'Aria sostituisce Urano a Saturno per i decani sotto l'influenza dell'Acquario, allo stesso modo Plutone e Nettuno prendono il posto di Marte e Giove nei decani collegati ai segni d'Acqua.

    In effetti la tua considerazione sull'effettivo valore di queste ed altre forme di dignità planetaria è molto giusta. Ti riporto al riguardo degli esempi fatti da famosi astrologi: riguardo ai pianeti in caduta secondo la tradizione, possiamo davvero pensare che una Luna in Scorpione sia meno potente di una in Cancro? E riguardo al metodo morpurghiano, cosa dovremmo dire di un Mercurio in Toro? che sarà anche lento a comprendere ma quando afferra un concetto non lo dimentica più.

    Ti ringrazio per il commento molto stimolante, ciao!

    RispondiElimina
  7. Robbie (O'Philips)18 agosto 2010 17:39

    ciao anche a te

    RispondiElimina
  8. Wow all I can say is that you are a great writer! Where can I contact you if I want to hire you?

    RispondiElimina