mercoledì 24 marzo 2010

Astrologia Karmica

Sono rientrato da pochi giorni da Forlimpopoli, dove ho tenuto la conferenza sulle figure genitoriali in astrologia. In questi giorni mi trovo a sbrigare alcune consulenze, dato che sono rimasto un po' indietro con il lavoro. Oggi ho giusto il tempo di farvi una breve segnalazione. So che molti di coloro che seguono questo blog hanno interesse per l'Astrologia Karmica, a tutti loro consiglio la lettura di questo bell'articolo dell'amica e collega Maria Santucci.
La prossima volta come preannunciato tratteremo il tema dei decani.

4 commenti:

  1. Ciao Graziano,
    durante un attimo di pace
    mentale in questi giorni
    convulsi e dolorosissimi
    ti scrivo per dirti che
    ho spostato il blog.
    Su quello vecchio trovi
    il collegamento a quello nuovo. Quando riuscirò torno a
    commentare questo post
    (l'articolo l'ho appena
    sorvolato ma conosco l'argomento),
    in particolare il tema dei
    pianeti retrogradi.
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Tutto molto interessante, neanche a farlo di proposito poi nell'articolo si approfondisce proprio un mio aspetto: nodo sud in ariete e nodo nord in bilancia e direi che la descrizione, ahimé, cade a pennello!
    Quest'anno mi tornerà diretto il Plutone che di nascita era retrogrado, hai qualche ipotesi a riguardo? Potente come cosa dovrebbe esserlo.
    Aspetto come tutti il resoconto della conferenza! ^_^
    Buona settimana...

    RispondiElimina
  3. @b-right, adesso aggiorno il link al tuo blog che ho messo tra i preferiti, ti ringrazio come sempre per l'intervento, ciao!

    @Nia, mi ero ripromesso di chiamarti in questi giorni ma ho saputo che i tempi di consegna per il convegno di Torino sono molto più stretti del previsto... conto comunque di farmi sentire in settimana, ho delle cose da raccontarti, ciao!

    RispondiElimina
  4. Ciao Graziano,
    vorrei aggiungere,
    a proposito del significato
    dei pianeti retrogradi,
    che non mi convince molto
    la teoria karmica espressa
    nell'articolo, o quantomeno,
    andrebbe relativizzata
    alla Casa Oroscopica nella
    quale essi si trovano.

    Ad esempio, l'autrice
    cita il caso di Giove
    retrogrado, un caso che
    mi ritrovo nel tema.
    Secondo l'autrice,
    il soggetto non avrebbe
    ben assimilato i valori
    legati a Giove, come
    la Giustizia, la Religione
    ed il Denaro. Bene, io
    penso di averli assimilati
    sin troppo nel mio percorso
    karmico, tanto e vero che
    sono i valori più importanti
    della mia attuale esistenza.
    Invece, il fatto che il mio
    Giove cada in V Casa ed in
    Cancro Siderale (Leone tropico),
    ha determinato, forse, la
    mia difficoltà a godere dei
    piaceri della vita, soprattutto
    quelli amorosi e gastronomici,
    nella prima parte della mia
    vita. Questo può anche essere
    determinato da precedenti
    esistenze nelle quali di dette
    cose avevo abusato. D'altra
    parte, il mutamento di indirizzo
    avvenuto da qualche anno a
    questa parte, potrebbe anche
    ben indicare che il significato
    della retrogradazione è solo
    quello di RITARDARE gli effetti
    del simbolo, come ho letto in
    alcuni testi astrologici.
    Cosa ne pensi, tu, Graziano?
    Ciao

    RispondiElimina