martedì 30 dicembre 2008

Auguri e appuntamenti

Questo 2009 si apre con un appuntamento astrologico. Vi aspetto il 17 gennaio a Forlimpopoli presso la delegazione CIDA Gruppo Astrologico Sagittarius per una mia conferenza.
Tutte le informazioni le troverete qui.
Ringrazio già da ora coloro che vorranno partecipare e naturalmente gli organizzatori: Rino Maneo e lo staff del Sagittarius.
Buon anno a tutti!

domenica 21 dicembre 2008

ASTRAgenda 2009

Solitamente non compro riviste di astrologia. Ovviamente non mi riferisco alle pubblicazioni specializzate e prestigiose come ad esempio Linguaggio Astrale o Ricerca '90, penso piuttosto alle riviste da edicola che per lo più si compongono di un grande oroscopone ed una valanga di pubblicità di personaggi più o meno cialtroneschi. Non perdo mai però l'appuntamento con lo speciale di Astra di dicembre, questo perché adoro l'Astragenda, ovvero l'agenda astrologica allegata. Si tratta di un'agenda molto carina e piena di informazioni utili, come la posizione giornaliera della luna, le configurazioni planetarie più importanti del mese e diverse altre chicche.
Quest'anno l'aquisto è stato doppiamente gratificante dato che su Astra era presente anche una bella intervista allo scrittore Carlo Lucarelli che ha parlato del suo rapporto con l'astrologia, di come da giovane abbia lavorato come astrologo e abbia sviluppato una sorprendente dote interpretativa che poi si è affievolita col sorgere di nuovi interessi.
Ovviamente la rivista contiene l'immancabile oroscopone per il nuovo anno, da prendersi come al solito con le pinze ed essendo coscienti che questo genere di previsioni stanno alla vera astrologia più o meno come un pallottoliere sta ad un supercomputer.

domenica 14 dicembre 2008

Marte all'Ascendente e le botte in testa del presidente Ford

Davvero ghiotto l'ultimo libro di Vittorio Zucconi dallo sfizioso titolo L'Aquila e il Pollo Fritto. Una lettura che vi fornirà centinaia di motivi per amare ed odiare gli States, capaci di fare la felicità tanto dei filoamericani quanto di coloro che invece l'America la detestano.
L'astrologica deformazione professionale mi ha fatto cogliere l'interessante storia del presidente Gerard R Ford e delle sue leggendarie botte in testa, le quali non poco contribuirono a consolidare la sua immeritata fama di tardo di comprendonio (probabilmente aveva solo un'aria un po' svagata col suo Sole congiunto a Nettuno).
Ecco un breve elenco delle sue botte in testa: probabilmente numerose quelle che prese al college quando giocava a baseball come difensore di punta; divenuto ufficiale di marina un tifone lo spedì contro una balausta d'acciaio; la prima zuccata da presidente la diede invece contro uno stipite dell'Air Force One; poi cadde giù da un podio durante un discorso; in seguito gli piombò in testa un microfono a giraffa durante una conferenza stampa; su un campo da golf ovviamente si beccò una pallina in testa ecc...
Tanto erano divenute proverbiali queste testate che oramai Ford ci rideva su e si produceva in finte craniate negli show televisivi. Inevitabile ricondurre questi episodi al suo Marte congiunto all'Ascendente che, oltre a renderlo grande e grosso come un forzuto del circo, evidentemente gli conferiva il punto debole classico del segno associato a questo pianeta, la testa appunto. Ho sempre creduto inoltre che le corrispondenze tra segni zodiacali e parti del corpo funzionino anche con le case astrologiche, filerebbe dunque che quel Marte in prima casa sia significativo di traumi e ferite alla testa. Vi esorto a controllare i temi dei vostri conoscenti per cercare coloro che abbiano un Marte all'Ascendente e verificare se siano soggetti ai piccoli traumi cranici o presentino segni e cicatrici su testa e viso.
Forse ricordare Ford solo per le zuccate sarebbe ingiusto, fu per l'America un buon presidente, del resto essere peggiore del suo predecessore Nixon era un'impresa praticamente impossibile!