domenica 22 giugno 2008

Grafologia Planetaria

Questa volta ci occuperemo del rapporto tra astrologia e grafologia. Lo facciamo con un prezioso contributo che ci arriva dall'amica Marisa Paschero, grafologa dalla grande esperienza e sensibilità, che ci regala questo sguardo introduttivo sull'argomento.

"Da sempre la misteriosa energia simbolica espressa dai corpi celesti esercita un innegabile fascino. I pianeti sono però soltanto dei simboli: costituiscono un firmamento evocativo che l'uomo racchiude in sé e proietta, inconsapevolmente, in ogni manifestazione del suo essere e del suo agire.
Anche nella nostra scrittura, espressione per eccellenza simbolica e quasi totalmente inconsapevole, vive questo straordinario mondo archetipico: i Pianeti "abitano" la nostra grafia e la connotano con le loro suggestioni, i loro miti, i loro Dei, richiamando automaticamente tutta la gamma di attribuzioni che a loro tradizionalmente competono. Esistono quindi scritture "solari", "venusiane", "lunari", "saturnine"... e così via, e su questo presupposto p basata la Grafologia Planetaria che Lise Koechlin, con lo pseudonimo di Saint Morand, ha magistralmente elaborato attorno agli anno '30.
Come altre importanti tipologie utilizzate in Grafologia, da quella Ippocratica, antichissima e sempre attuale, a quella Junghiana, legata alla psicologia del profondo, la Tipologia Planetaria arricchisce di sfumature la percezione della scrittura e ne facilita l'interpretazione, ed è per questo considerata un complemento dell'analisi grafologica classica. Comune all'Astrologia è il simbolismo dei Pianeti, i quali evocano necessariamente, nel nostro immaginario, gli stessi richiami psicologici."

4 commenti:

  1. Interessante!
    Gli spigoli nel mio modo di scrivere sono totalmente assenti.
    Scrivo tipo Luna Venere e Giove, un misto direi.
    Ma non so se in tal senso c'è corrispondenza perchè invece nel mio tema è Saturno ad essere predominante.
    Interessante come sempre, un abbraccio... se riesco stasera t'invio quella mail, ciao ciao!
    *mira*

    RispondiElimina
  2. Personalmente come grafia mi trovo molto nel tipo mercuriano.

    RispondiElimina
  3. Nel librone del Sementovsky Kurilo alla pagina 147 mi riscontro nella scrittura Sagittariana larga e sconfinante ... [IMG]http://i27.tinypic.com/2jse94.jpg[/IMG]

    RispondiElimina
  4. Si, anche quello schema suddiviso per segni è molto interessante. Mi andrò comunque a comprare il libro della Prinzio che hai consigliato tu.
    Sapevo che il migliore sull'argomento è L'ECRITURE PAR LA METHODE SAINT-MORAND
    di HELENE DE MAUBLANC ma ho qualche serio problema col francese...

    RispondiElimina