mercoledì 27 febbraio 2008

Riguardo a Marte

Vi propongo un estratto dal mio ultimo articolo su Marte pubblicato sulle pagine de La Chioma Di Berenice (chi volesse informazioni su come abbonarsi alla rivista le troverà qui).

"Piccolo Malefico" lo chiamavano gli antichi, per puntualizzare il fatto che la sua dannosità fosse seconda solo a quella dell'austero Saturno. Certo queste definizioni fanno sorridere noi, figli della moderna astro-psicologia, che alle rigide classificazioni della tradizione preferiamo certo i flessibili eufemismi psicoanalitici. Tuttavia, credere che gli astrologi del passato fossero ingiustamente catastrofisti riguardo a Marte sarebbe un grossolano errore. Dobbiamo infatti considerare tutti i rischi a cui erano esposti gli antichi. Non è difficile immaginare che una banale febbre marziana, che per i nostri moderni corpi chimicamente corazzati rappresenta solamente un fastidio, fosse più che sufficiente a spedire un contadino medievale nel mondo dei più. [...]
Questo principio si applica anche in modo inverso. Difatti, quanto è semplice davanti ad un tema che presenti un Marte in settima casa pronosticare che il soggetto nella sua vita potrà affrontare una separazione o un divorzio? Si tratta di una predizione facile facile che presenta un rischio di inesattezza prossimo allo zero. Ben altra cosa sarebbe stato formulare una simile previsione appena mezzo secolo fa, quando il divorzio non era una via di uscita possibile da un matrimonio infelice.
In questo senso possiamo affermare che l'oroscopo ci spiega la persona e il suo mondo, ma è ugualmente vero che la persona e il suo mondo ci spiegano l'oroscopo.
E cosi, forse il bellicoso Marte non ferisce e non taglia più come una volta, è difficile infatti che i suoi transiti provochino grossi danni se non coadiuvati da quelli di pianeti più lenti, in questo caso però Marte diventa un vero e proprio detonatore in grado di dare lo start allo scatenarsi degli eventi.

2 commenti:

  1. Interessante il tuo articolo Graziano.
    Su Marte detonatore insieme a qualche altro passaggio lo sapevo, su di lui che in settima potrebbe indicare rotture, separazioni o divorzi no... non in modo così chiaro almeno. Ho letto di contrasti con gli altri, di suscettibilità anche...
    In questo caso non conta tutto l'insieme del tema? Oppure è abbastanza facile che un Marte in settima sia sempre separazione?
    Un caro saluto, ciao ciao...
    *mira*

    RispondiElimina
  2. Se dobbiamo fare gli astrologi educati dobbiamo ammettere che tutto dipende dall'insieme del tema e che nessuna posizione ha validità assoluta presa a se.

    Tuttavia se ti sposi con uno che ha Marte in settima assicurati almeno di aver firmato un contratto prematrimoniale vantaggioso!

    RispondiElimina